Walter J. Kilner

Walter J. Kilner

Walter John Kilner nacque il 23 maggio 1847 a Bury St. Edmunds, Suffolk, Inghilterra, da una famiglia di medici per tradizione; suo padre, John Kilner, era membro del Royal College of Surgery, l’ordine nazionale dei chirurghi.

John Kilner studiò presso la scuola secondaria di Bury St. Edmunds, presso il St. John’s College (Università di Cambridge) e, dal 1869, presso l’Ospedale St. Thomas di Londra. Si laureò nel 1870, divenne membro del Royal College of Surgery nel 1872. Dal 1879 al 1893 svolse attività di elettroterapia, e durante questi anni pubblicò diversi scritti sul “St. Thomas Hospital Report Series”, considerati ottimi contributi medici, quali I silicati di calcio e di bismuto nella diarrea dei bambini (1879), Alcuni esperimenti e spiegazioni sulle proprietà fisiche del muscolo (1886). I suoi interessi nel campo dell’elettricità sono rappresentati dai testi Sull’uso della corrente elettrica nel diabete (1882) e Gli effetti dell’elettricità sulla circolazione locale e generale (1884).

Nel 1883 divenne membro del Royal College of Medicine, quindi svolse attività professionale privata presso Ladbroke Grove, un quartiere di Londra molto alla moda. Nel tempo libero si dilettava, con molto successo, nel gioco degli scacchi.

Nel 1908 Kilner elaborò l’idea secondo cui l’aura umana potesse essere resa visibile se osservata attraverso una sostanza idonea; egli sperimentò con la dicianina, una sostanza chimica colorante che, in soluzione alcolica, diviene color blu violaceo. Tale sostanza sembrava possedere un ben determinato effetto sulla capacità visiva, rendendo l’osservatore temporaneamente miope e quindi più pronto a percepire la radiazione della banda ultravioletta. Kilner, dopo molta sperimentazione, pubblicò le sue scoperte nella prima edizione del testo L’atmosfera umana (1911).

La dicianina usata da Kilner, era prodotta da alcuni chimici tedeschi e durante e dopo la guerra fu difficile reperirla. Kilner, allora, non potendo continuare i suoi esperimenti, si ritirò dalla sua attività lavorativa e tornò a Bury St. Edmunds, dove collaborò con suo fratello Charles, anche lui medico.

Nel 1920 fu ristampata un’edizione completamente riveduta del suo testo del 1911, con il titolo L’aura  umana, che conteneva numerose osservazioni supplementari ed ulteriori deduzioni. Il dr. Kilner morì subito dopo l’uscita del libro,  il 23 giugno 1920, all’età di 73 anni.