Massimo Franceschetto

Massimo Franceschetto

È bolognese, di genitori veneti, classe 1955, sposato con due figli. All'inizio del 2008 gli viene proposto di scrivere brevi articoli, in qualità di opinionista, dall'editore di un periodico nazionale di politica, economia e  attualità che è attivo da 40 anni e distribuito per abbonamento. Accetta, ma sotto pseudonimo, non amando i riflettori. I suoi articoli non tardano a farsi notare: infatti non passano inosservati, essendo essi dotati di ragionamenti seri, profondi e particolarmente arguti sulla vita di tutti i giorni e sulla situazione umana e socio-politico-economica attuale, intrisi e caratterizzati da una forte personalità e dal buon senso, nonché da una saggezza che affonda le radici nel passato, da studioso e lettore instancabile e insaziabile quale è fin da tenerissima età. I suoi testi-opinioni traboccano di sincerità coraggiosa: in essi analizza le varie situazioni (spesso paradossali) esistenti in Italia e/o nel Mondo, o da lui vissute personalmente, la Crisi, e così via, ed esorta gli italiani ad aprire gli occhi, a rimboccarsi le maniche, a cambiare radicalmente nel proprio intimo, ad essere più responsabili e più coraggiosi per una ri-costruzione duratura nel futuro, a tutti i livelli. L’Etica Comportamentale degli esseri umani è da sempre stata il suo più vivo interesse e oggetto di pensiero e di dibattito, non solo nel corso della sua vita privata, ma anche nella sua lunga carriera lavorativa. Nella sua vita di tutti i giorni non esita, non si tira mai indietro a denunciare in prima persona comportamenti scorretti e scomodi di tutti i tipi: questa è, secondo lui, la chiave di svolta per migliorare il mondo, in un momento storico di cambiamento epocale. A lui stanno molto a cuore i giovani. Dal carattere deciso e risoluto, e dalla personalità particolarmente solida, ha maturato fin da giovanissimo una forte passione per il mondo dell’Economia e della Finanza (pur non essendo riuscito a portare a termine gli studi universitari a causa della scomparsa prematura del padre). Da allora non ha mai smesso di approfondire la conoscenza e lo studio di testi-libri dei migliori autori mondiali di tutti i tempi di quel settore ma non solo, allargando i suoi orizzonti e le sue vedute, andando oltre l’Establishment, andando contro-corrente, andando oltre i falsi luoghi comuni, aggiornandosi continuamente, accrescendo contemporaneamente esperienze lavorative, maturando ed elaborando un suo Modus Vivendi et Lavorandi.

Attualmente continua a prestare consulenze personalizzate come libero professionista, in Italia e all'Estero, come Strategy Consultant-Supervisor, anche all'interno di Gruppi di cui è socio. Il suo metodo di lavoro ruota intorno alla salda convinzione e alla autentica credenza, che oggi si possa trarre profitto-benefici (nella vita privata, come nel lavoro) solo ed esclusivamente da rapporti basati sulla Simbiosi, sulla Collaborazione Vera, e non da frammentazioni, divisioni, invidia, e quant'altro. Forte sostenitore della Meritocrazia, si batte per avallare situazioni lavorative basate sulla serietà di intenti, di etica, di obiettivi ben precisi e condivisi.

Questa raccolta dei suoi testi abbraccia, quindi, il biennio 2008-2009: uno Strumento di riflessioni (soprattutto per i più giovani) apri-mente e coraggioso per dire basta a certi comportamenti umani, che conducono solo alla distruzione… del mondo stesso…