Amedea Zanarini

Amedea Zanarini

Amedea aveva sedici anni nel millenovecentoquaranta, anno dell’entrata in guerra dell’Italia; aveva vissuto in famiglia le persecuzioni politiche, la miseria, la durezza del lavoro agricolo, la mancanza di scolarità. Fin da quegli anni, Amedea sente la necessità di scegliere, di fare grandi passi nella strada della riconquista della dignità delle persone, della partecipazione ai grandi eventi della Storia. Entra nella Resistenza e fa la staffetta; conosce i pericoli, i disagi, ma anche i grandi valori dell’amicizia e della solidarietà. Sente l’esigenza di arricchire, consolidare le proprie conoscenze storiche e culturali. I libri sono grandi amici e sono da sempre i nostri migliori compagni di viaggio. Sempre l’accompagna il piacere profondo di capire la storia della propria famiglia, le diverse esperienze nel mondo del lavoro, dell’attività sindacale e politica.