• New

copy of Analisi storico-critica dei Modelli d’Atomo

ISBN: 978-88-683213-7-6
Proposta di un nuovo modello di atomo

In questo volume sono raccolti gli scritti del Prof. Roberto Monti fortemente critici contro il modello di “Atomo Planetario” e conseguentemente critici anche verso la Teoria della Relatività e riguardanti il suo modello di atomo alternativo l’“Atomo Rigido”. Questo modello, denominato “Alfa-Esteso”, è stato usato per procedere alla ricostruzione della tavola Periodica degli Elementi. Il modello “Alfa-Esteso” e la Tavola ad essa conseguente, sono potenzialmente in grado di rendere conto dei fenomeni di Trasmutazione a debole energia (Kervran) - delle microfusioni indotte per via Elettrochimica (Speri-Zorzi, Fleischmann-Pons, Jones, ecc...) - della Fusione Criogenica (Boscoli) - e della superconduttività. L’atomo rigido è fondato sulle leggi dell’elettromagnetismo. Kervran “scopre” le trasmutazioni a debole energia e deduce che i nuclei sono strutture “rigide” e articolate di “mattoni” - ed elenca le prime trasmutazioni a debole energia. “Due anni di Fisica Classica, Relatività e Meccanica Quantica seminano, normalmente, sconcerto e confusione tra gli studenti del Corso di Laurea in Fisica. I paradossi einsteiniani, lungi dallo schiudermi nuovi orizzonti, hanno determinato, nel mio caso, l’insorgere di un vero e proprio antirelativismo viscerale. Lo confesso. Atomo Planetario e Meccanica Quantica mi hanno inflitto il colpo di grazia. Così mi sono ritrovato bruscamente da promettente studente di Fisica Generale a giovane disadattato. Nessuno ha mai dimostrato che gli elettroni sono delle sfere e che il campo coulombiano (a livello microscopico) ha simmetria sferica. J.J. Thomson ha “realizzato” un atomo “rigido” e una conseguente “teoria della valenza”. Non è pertanto affatto indispensabile fare (come ha fatto Bohr) assunzioni in contrasto con le ordinarie leggi dell’elettromagnetismo.” Prof. Roberto Monti

Formato: 15x21 con 10 foto in bianconero e a colori.
Copertina: Colori plastificata
Allestimento: Brossura
Pagine: 90
Illustrazioni: 10
Anno: 2020
€16.00
Quantity

In questo volume sono raccolti gli scritti del Prof. Roberto Monti fortemente critici contro il modello di “Atomo Planetario” e conseguentemente critici anche verso la Teoria della Relatività e riguardanti il suo modello di atomo alternativo l’“Atomo Rigido”. Questo modello, denominato “Alfa-Esteso”, è stato usato per procedere alla ricostruzione della tavola Periodica degli Elementi. Il modello “Alfa-Esteso” e la Tavola ad essa conseguente, sono potenzialmente in grado di rendere conto dei fenomeni di Trasmutazione a debole energia (Kervran) - delle microfusioni indotte per via Elettrochimica (Speri-Zorzi, Fleischmann-Pons, Jones, ecc...) - della Fusione Criogenica (Boscoli) - e della superconduttività. L’atomo rigido è fondato sulle leggi dell’elettromagnetismo. Kervran “scopre” le trasmutazioni a debole energia e deduce che i nuclei sono strutture “rigide” e articolate di “mattoni” - ed elenca le prime trasmutazioni a debole energia. “Due anni di Fisica Classica, Relatività e Meccanica Quantica seminano, normalmente, sconcerto e confusione tra gli studenti del Corso di Laurea in Fisica. I paradossi einsteiniani, lungi dallo schiudermi nuovi orizzonti, hanno determinato, nel mio caso, l’insorgere di un vero e proprio antirelativismo viscerale. Lo confesso. Atomo Planetario e Meccanica Quantica mi hanno inflitto il colpo di grazia. Così mi sono ritrovato bruscamente da promettente studente di Fisica Generale a giovane disadattato. Nessuno ha mai dimostrato che gli elettroni sono delle sfere e che il campo coulombiano (a livello microscopico) ha simmetria sferica. J.J. Thomson ha “realizzato” un atomo “rigido” e una conseguente “teoria della valenza”. Non è pertanto affatto indispensabile fare (come ha fatto Bohr) assunzioni in contrasto con le ordinarie leggi dell’elettromagnetismo.” Prof. Roberto Monti

Formato: 15x21 con 10 foto in bianconero e a colori.
Copertina: Colori plastificata
Allestimento: Brossura
Pagine: 90
Illustrazioni: 10
Anno: 2020