Scritti di critica alla Teoria della Relatività (1984-1987)

ISBN: 978-88-683212-0-8

In questo primo volume sono raccolti in ordine cronologico gli articoli che Roberto A. Monti ha pubblicato su SEAGREEN negli anni 1984-1986. In questi lavori il lettore può trovare ampiamente documentate le argomentazioni scientifiche con cui Monti ha contestato la validità della Teoria della Relatività di Albert Einstein. Ma non solo! Nella documentazione presentata è possibile rendersi conto dell’ostracismo e della “guerra” che i guardiani dell’ortodossia scientifica hanno scatenato contro di lui. Ciascuna delle affermazioni che costituiscono i due postulati della Relatività ristretta einsteiniana comporta precise conseguenze quantitative sperimentalmente verificabili. Diversamente, la Relatività costituisce il primo esempio di teoria fisica che non sia mai stata tenuta a rispondere della validità sperimentale dei propri postulati. Un dato di fatto sconcertante, ma un dato di fatto reale. Monti dimostra che tutti i risultati sperimentalmente provati attribuiti alla teoria della Relatività ristretta (contrazione dei corpi in movimento, dilatazione temporale, variazione della massa inerziale con la velocità, effetto doppler trasversale) possono essere coerentemente interpretati sulla base dell’ipotesi secondo cui la velocità elettromagnetica della luce è diversa e maggiore della velocità cinematica.

Formato: 15x21 con più di 100 tra fotografie, grafici e tabelle esemplificative.
Copertina: Colori plastificata
Allestimento: Brossura
Pagine: 198
Illustrazioni: 100
Anno: 2018
€24.70
€26.00 tax incl.
€26.00 tax excl.
Now with discount: -5.00%
Quantity

100% secure payments

In questo primo volume sono raccolti in ordine cronologico gli articoli che Roberto A. Monti ha pubblicato su SEAGREEN negli anni 1984-1986. In questi lavori il lettore può trovare ampiamente documentate le argomentazioni scientifiche con cui Monti ha contestato la validità della Teoria della Relatività di Albert Einstein. Ma non solo! Nella documentazione presentata è possibile rendersi conto dell’ostracismo e della “guerra” che i guardiani dell’ortodossia scientifica hanno scatenato contro di lui. Ciascuna delle affermazioni che costituiscono i due postulati della Relatività ristretta einsteiniana comporta precise conseguenze quantitative sperimentalmente verificabili. Diversamente, la Relatività costituisce il primo esempio di teoria fisica che non sia mai stata tenuta a rispondere della validità sperimentale dei propri postulati. Un dato di fatto sconcertante, ma un dato di fatto reale. Monti dimostra che tutti i risultati sperimentalmente provati attribuiti alla teoria della Relatività ristretta (contrazione dei corpi in movimento, dilatazione temporale, variazione della massa inerziale con la velocità, effetto doppler trasversale) possono essere coerentemente interpretati sulla base dell’ipotesi secondo cui la velocità elettromagnetica della luce è diversa e maggiore della velocità cinematica.

Formato: 15x21 con più di 100 tra fotografie, grafici e tabelle esemplificative.
Copertina: Colori plastificata
Allestimento: Brossura
Pagine: 198
Illustrazioni: 100
Anno: 2018
chat Comments (0)
No customer reviews for the moment.